La finitura superficiale ottimale delle perle al tantalio

Può risultare importante prendere in considerazione la finitura superficiale quando si lavora con le perle al tantalio. La definizione di un’adeguata finitura per una data applicazione può risultare problematica poiché non ci sono specifiche tecniche particolari per il tantalio. I gradi comuni nel settore delle sfere, adattati dalla lavorazione delle sfere in acciaio (come ad esempio ABMA o ISO 3290) vengono usati anche per classificare le palline al tantalio. Tuttavia, questi standard misurano solo il diametro base della pallina o della perla, non la qualità della finitura.

Definizione della rugozita siperficiale

Tradizionalmente, le misure Ra sono utilizzate per descrivere la finitura superficiale di un componente. Quando si tratta di palline di piccolo diametro, tali misurazioni spesso non sono possibili, poiché la “punta” di lettura dell’attrezzatura è spesso relativamente grande rispetto alla rugosità della sfera da misurare. Pertanto, potrebbe essere difficile utilizzare questi valori Ra per descrivere l’effettiva rugosità della superficie della sfera. Scopriamo che i microscopi a scansione elettronica sono un buon modo per valutare la finitura della superficie al tantalio per perle o sfere. Non forniscono una cifra quantitativa, ma offrono una buona idea visiva sulla qualità della superficie. Le immagini SEM in basso mostrano esempi di 2 sfere al tantalio lucidate e super lucidate.

Polished Ball – 1 (rough)

A polished (but still rough) tantalum bead. A cost optimized option for many applications

Polished Ball – 2 (normal)

Tantalum bead surface after super polishing

Super Polished Ball

Tantalum Sphere, that has undergone a super polishing step for a high-end surface finish

Controllare la finitura durante la lavorazione delle perle

Durante il processo di fabbricazione della pallina dal filo al tantalio, la rugosità della superficie può essere influenzata da una serie di parametri che si presentano durante la lavorazione, tra cui: le impostazioni esatte dell’apparecchiatura, la tempistica, la tipologia e la concentrazione del mezzo di levigatura/lucidatura, lubrificazione, ecc. Pertanto, si verificheranno variazioni nella finitura superficiale dopo una fase del processo da lotto a lotto. Per un processo di fabbricazione di palline ben controllato, le variazioni della rugosità superficiale saranno normalmente inferiori a quelle illustrate dalle palline 1 e 2 sopra. La modalità comune per ridurre la rugosità superficiale è lucidare più a lungo e/o aggiungere ulteriori passaggi di lucidatura nella lavorazione. Una maggiore elaborazione aumenterà a sua volta i costi di produzione.

Procedura dai prezzi ottimizzati

La qualità superficiale è un ottimo compromesso tra costo e prestazioni del prodotto. Per aiutare i propri clienti, X-medics ha introdotto 2 tipi di superficie: una lucidata standard e una super lucidata. Le perle standard lucidate subiscono una singola fase di lucidatura durante la lavorazione e sono un’opzione ottima per i costi e adatta alla maggior parte delle applicazioni. Le perle super lucidate sono un’opzione di fascia alta che subisce diverse fasi di lucidatura finali dopo l’operazione di levigatura/lappatura e può essere utilizzata dove la rugosità superficiale delle perle è importante (ad es. nella lavorazione automatizzata).

Ulteriori imformazioni

Trova qui le informazioni sui prodotti X-medics Perle al tantalio Palline al tantalio Sfere al tantalio

Tantalum Beads