Tantalum

Marcatori raggi X

Tantalum X-ray Markers

X-ray Markers suitable for RSA or Radio Stereometric Analysis and insertion into e.g. PEEK materials

I marcatori radiografici al tantalio sono adatti per l’impianto diretto nel corpo umano, nonché come indicatori radiografici negli impianti realizzati con materiali a bassa densità come ad esempio il PEEK. Il tantalio (Ta) ha un’alta densità (16 g per cm3) che è superiore del 50% rispetto al piombo (Pb) e quindi maggiormente radio-opaco. Per questo motivo, i marcatori al tantalio richiedono una dose di raggi x inferiore per l’esame. Inoltre, il tantalio è altamente biocompatibile ed è stato utilizzato in chirurgia da oltre 30 anni, senza che siano stati segnalati eventi gravi. I marcatori al tantalio per raggi x sono tra le opzioni più sicure attualmente disponibili.

Marcatori raggi x nel tessuto umano

I marcatori al tantalio possono essere impiantati nel tessuto umano per lo svolgimento di studi della RSA (Analisi Radiostereometrica).

Macatori raggi x negli impianti

Ai fini della marcatura a raggi X, il tantalio viene spesso utilizzato in combinazione con materiali polimerici come PTFE o PEEK in molte procedure per la spina dorsale e protesi articolari. Il metallo consente l’esatta determinazione della posizione dell’impianto durante l’intervento chirurgico mediante imaging digitale. I marcatori o indicatori possono essere utilizzati in diverse forme come mostrato qui sotto. Spesso in un impianto viene utilizzato un set di marcatori di forma diversa per consentire la determinazione tridimensionale della direzione dell’impianto.

Forme tipiche dei marcatori al tantalio

I perni marcatori realizzati con filo al tantalio, o aste al tantalio, possono essere inseriti a diverse lunghezze nelle gabbie spinali. Ciò offre al chirurgo molte opzioni per creare il corretto adattamento all’interno dell’impianto.

Perni al tantalio in lunghezze pretagliate
Filo/aste al tantalio per la produzione di marcatori

Le perle e le palline al tantalio sono comunemente utilizzate per l’inserimento nel tessuto umano (poiché possono essere inserite da un inseritore di perle) e in varie forme di impianti (ad es. anca, ginocchio, colonna vertebrale ecc.) Il vantaggio dei marcatori sferici è che si presentano come punti nelle radiografie ed è possibile determinare fino a che punto l’impianto è migrato nel corpo. La migrazione dell’impianto può essere determinata mediante tecniche RSA, in cui le immagini radiografiche ottenute sul paziente consentono ai chirurghi di effettuare misurazioni precise sulla migrazione della protesi fino a circa 0,1 mm.

Perle al tantalio

Letteratura sui marcatori radiografici al tantalio usati nelle RSA